Un commento su “«La situazione analitica non tollera terzi»”

  1. Interessante. Freud, nella situazione in cui era, non poteva fare di più. Barcamenarsi tra istituzioni totali (ancora perlopiù presenti ancora adesso) giocando tra il troppo, tutte le infrazioni che si concedeva e il troppo poco, la fluttuazione, le analisi brevi, brevissime, sbrigative quasi e clamorosamente sbagliate eppure, in qualche modo, efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.